//
Stai leggendo ...
Attualità, Migrazioni, Normativa

Ingresso della Croazia nella U.E. Cosa cambia per i cittadini croati in materia di accesso al lavoro

La Croazia è entrata a far parte dell’Unione europea, diventandone il 28° Stato membro.

Croazia UE Dal 1° luglio 2013 le disposizioni normative in materia di libera circolazione nel territorio dell’UE di cittadini europei e dei loro familiari (Decreto Legislativo 6 febbraio 2007, n. 30) sono applicate anche alle persone di nazionalità croata.
In materia di accesso al mercato del lavoro e in analogia con altri Paesi Europei, così come previsto dalla normativa comunitaria, l’Italia ha deciso di avvalersi del cosiddetto regime transitorio: Per i primi due anni (eventualmente rinnovabili) successivi all’adesione della Croazia all’Unione Europea, l’accesso al mercato del lavoro subordinato dei cittadini croati non sarà completamente liberalizzato, ma prevederà alcune limitazioni per il periodo dal 1/7/2013 al 30/6/2015, ad esclusione di alcune eccezioni, per le quali è invece previsto un regime di libero accesso al mercato del lavoro nazionale.

REGIME TRANSITORIO DI ACCESSO AL MERCATO DEL LAVORO SUBORDINATO
Per il periodo dal 1/7/2013 al 30/6/2015, l’accesso al mercato del lavoro è subordinato alla richiesta del nulla osta al lavoro, che il datore di lavoro deve effettuare con modalità informatiche allo Sportello Unico per l’Immigrazione. La procedura è semplificata, rispetto quella prevista per i lavoratori provenienti da paesi non appartenenti all’Unione Europea; il nulla osta viene rilasciato al datore di lavoro senza procedere alla sottoscrizione del contratto di soggiorno e l’assunzione del lavoratore seguirà successivamente con gli ordinari adempimenti previsti dalla normativa vigente in materia di lavoro (comunicazioni obbligatorie).

REGIME DI LIBERO ACCESSO AL MERCATO DEL LAVORO INTERNO
Le limitazioni previste dal regime transitorio (obbligatoria richiesta del nulla osta per l’accesso al lavoro) nel periodo dal 1/7/2013 al 30/6/2015 NON si applicano ai lavoratori autonomi.
Per i lavoratori subordinati, sono ESCLUSI dalle limitazioni previste dal regime transitorio:
• cittadini croati che, alla data del 1° luglio 2013 o successivamente, risultino occupati legalmente e ammessi al mercato del lavoro italiano per un periodo non inferiore a 12 mesi. Tale condizione è verificabile dal possesso di un permesso di soggiorno per motivi che abilitano al lavoro subordinato di durata non inferiore ai 12 mesi (anche per attesa occupazione);
• le seguenti categorie di lavoratori dipendenti:
– i lavoratori stranieri che ai sensi dell’articolo 27, comma 1, del D.lgs. n. 286/98 possono fare ingresso in Italia al di fuori delle quote (infermieri professionali, dirigenti, sportivi professionisti, artisti, ecc.). Tale liberalizzazione non trova però applicazione nei confronti dei lavorati specializzati distaccati in Italia (art. 27 lett. g) e dei lavoratori trasferiti nell’ambito di un contratto di appalto (art. 27 lett. i).
– i ricercatori (art. 27 ter);
– i lavoratori altamente qualificati ai sensi dell’articolo 27 quater (che possono ottenere la Carta Blu Ue);
– i lavoratori stagionali (art.24);
– i lavoratori domestici.
Per questi casi si applica un regime di libero accesso al mercato del lavoro nazionale: i datori di lavoro che intendono procedere all’assunzione di lavoratori croati appartenenti ad una delle categorie sopra indicate, dovranno infatti rispettare solo gli ordinari adempimenti previsti dalla normativa vigente in materia di lavoro, effettuando le comunicazioni obbligatorie. Le richieste di nulla osta relative a lavoratori croati rientranti nelle categorie liberalizzate già presentate agli uffici competenti, verranno archiviate. Analogamente avverrà per quanto riguarda la procedura di emersione.

Fonte: Circolare congiunta Min. dell’Interno e Min. del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Informazioni su Italiena

Mediatrice transculturale di origine camerunese, vive a Roma dal 1992. Studi universitari in Sociologia, è anche consulente e formatrice su tematiche legate all'Intercultura.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L’archivio di questo blog

Italiena su Twitter

Inserisci la tua e-mail per ricevere gratuitamente gli aggiornamenti su ItAliena

Segui assieme ad altri 937 follower

Visita ItAliena su facebook

Sei il lettore numero:

  • 207,637 da Aprile 2012