//
Stai leggendo ...
Corsi di formazione, Mediazione Transculturale

Torino. Corso di Formazione Professionale Gratuito per Mediatore Interculturale

Domande di ammissione entro il 21 Ottobre 2013. Il corso è approvato e finanziato dalla Provincia di Torino secondo la direttiva Mercato del Lavoro 2012/2014.

Multiracial Hands Making a Circle Per accedere alle selezioni è necessario compilare la DOMANDA DI AMMISSIONE ON LINE entro il 21/10/2013.
La prova d’ingresso comprende una prova scritta ed un colloquio attitudinale e motivazionale. E’ inoltre prevista una prova di accertamento della conoscenza della lingua italiana.

Destinatari e prerequisiti
Cittadini stranieri disoccupati o inoccupati con Diploma di scuola media superiore o laurea. Ove il titolo di studio sia stato conseguito nel paese di origine, i candidati dovranno esibire il certificato tradotto in italiano e la relativa dichiarazione di valore. Sono ammessi anche coloro che hanno la doppia cittadinanza.

Durata del corso
600 ore totali, suddivise in 200 tirocinio e 400 ore di lezione frontale.
Dal 12 Novembre 2013 al 11 Giugno 2014.
Orario: da lunedì a venerdì dalle 9.00 alle 14.00.

Certificazione finale
Al termine del corso, agli allievi che avranno frequentato almeno i 2/3 del monte ore complessivo e previo superamento dell’esame finale, ai sensi della Legge Nazionale 845/78 e della Legge Regionale 63/95, verrà rilasciato dalla Provincia l’attestato di Specializzazione valido per l’inserimento lavorativo, comprensivo di allegato contenente l’indicazione delle competenze acquisite.

Sede
Il corso si svolgerà a Torino presso la SSF REBAUDENGO – ente formativo accreditato presso la Regione Piemonte e affiliato alla Facoltà di Scienze dell’Educazione, Università Pontificia Salesiana.
Per maggiori informazioni: consulta la Scheda del Corso

Informazioni su Italiena

Mediatrice transculturale di origine camerunese, vive a Roma dal 1992. Studi universitari in Sociologia, è anche consulente e formatrice su tematiche legate all'Intercultura.

Discussione

3 pensieri su “Torino. Corso di Formazione Professionale Gratuito per Mediatore Interculturale

  1. Sono tanto belli questi corsi ma sicuramente impegnano tante energie e fondi che vanno persi nell’arco degli anni. Oramai ci sono tante persone con questa qualifica e qualche volta sarebbe importante anche fermare questi corsi che alla fine si rendono inutili per la maggior parte delle persone che li segue.
    Con i fondi che sci vogliono per renderli possibili si potrebbero fare corsi di aggiornamento per i mediatori già qualificati o semplicemente finanziare settori della società civile dove l’aiuto del mediatore non ci può arrivare per la mancanza di soldi.

    Pubblicato da alexandra lupea | 30 settembre 2013, 13:10
  2. Hai ragione Alexandra. Effettuo interventi di mediazione culturale ormai da 18 anni e ogni volta che mi confronto con i colleghi, guardando a come sono cambiati sia i flussi migratori sia le esigenze dei migranti e dei servizi, mi rendo conto che ci sono pochissime opportunità di “aggiornamento professionale” per permetterci di rimanere a passo con i tempi. Tuttavia, credimi, i corsi di formazione servono. Non è spreco di risorse e energie ma investimento sul futuro, per una società (e per servizi sociosanitari, educativi, amministrativa, ecc…) più equa, più solidale, più attenta alle esigenze delle minoranze.
    I corsi di formazione odierni, specie se patrocinati o finanziati da enti pubblici, sono targati per rispondere a specifiche esigenze attuali. Ben vengano! E ben vengano i nuovi colleghi che spesso ci contestano aiutandoci così a “ripensare” il nostro ruolo.
    Peccato invece, questo te lo concedo, che nessuno pensi alla “formazione continua” di chi da anni lavora nel settore

    Pubblicato da Italiena | 1 ottobre 2013, 00:41
  3. Salve, volevo chiedere informazione. Da anni sogno di trovare un corso del genere: gratuito, con l’attestato di Specializzazione, dove qualcuno si interessa degli studi eseguiti nel paese di origine. Pero sono ammessi stranieri con permesso di soggiorno o stranieri con doppia cittadinanza. Una domanda, ma gli stranieri che hanno acquisito cittadinanza italiana, ma il paese di origine non riconosce la doppia cittadinanza sono fuori gioco? Grazie.

    Pubblicato da Irena | 3 ottobre 2013, 15:28

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L’archivio di questo blog

Italiena su Twitter

Inserisci la tua e-mail per ricevere gratuitamente gli aggiornamenti su ItAliena

Segui assieme ad altri 936 follower

Visita ItAliena su facebook

Sei il lettore numero:

  • 207,392 da Aprile 2012