//
Stai leggendo ...
Approfondimenti, Mediazione Transculturale, Salute e Migrazione

Mediazione culturale e Associazionismo: il ruolo dei migranti nella sanità italiana

servizialcittadino Condividiamo qui un saggio, di recente pubblicazione, che si interroga sul ruolo dei migranti che donano il loro sangue e sulle possibili ripercussioni sul piano della loro integrazione e partecipazione alla promozione di una cultura della salute. Si rivela problematica la figura del mediatore culturale, soggetto spesso ai margini della società che rivela invece un’importanza forse sottovalutata nell’economia complessiva delle politiche sanitarie nazionali.

Consulta il saggio: Mediazione culturale e Associazionismo: il ruolo dei migranti nella sanità italiana

Questo lavoro nasce sulla base di alcune riflessioni maturate in seguito all’esperienza condotta in collaborazione con AVIS comunale Livorno e la comunità dei migranti Senegalesi e Maghrebini della città Labronica, durante il periodo 2004-2005 e 2010. Si era creata l’opportunità di intervenire presso l’associazione, al fine di collaborare nella creazione di un solido rapporto con le comunità indicate. Attraverso interviste e focus group l’attenzione si è gradualmente concentrata sul ruolo del mediatore culturale.
L’esperienza descritta ha permesso di avvicinare molti membri delle comunità osservate all’associazione dei donatori di sangue AVIS Livorno. La loro presenza si è rafforzata nel corso degli anni, e il progetto è attualmente condiviso da più associazioni di raccolta di sangue sul territorio toscano.

Fonte: FAREANTROPOLOGIA

Informazioni su Italiena

Mediatrice transculturale di origine camerunese, vive a Roma dal 1992. Studi universitari in Sociologia, è anche consulente e formatrice su tematiche legate all'Intercultura.

Discussione

2 pensieri su “Mediazione culturale e Associazionismo: il ruolo dei migranti nella sanità italiana

  1. Non ho visto la firma dell’autore del saggio. Sei tu che l’hai scritto? Il ruolo dei mediatori culturali è molto importante, soprattutto nel campo dei servizi sociali a cui possono accedere gli immigrati, perché non tutti hanno una sufficiente conoscenza dell’italiano. D’altra parte, visto il numero di lingue che parlano e la diversità delle culture di origine, il personale che offre questi servizi non può capire tutti. Inoltre, sappiamo l’importanza di aver la certezza di essere stati capiti quando siamo in uno stato di bisogno.

    I mediatori culturali in questi casi possono essere di primaria importanza, senza contare il ruolo che possono svolgere nella componente migratoria della popolazione per avvicinare gli immigrati in modo positivo nella società. Genitori immigrati ben inseriti nella società, eleveranno la loro prole con amore e riconoscenza all’Italia per la sua accoglienza. In questo modo non saranno degli sradicati, stranieri in Italia e stranieri nel paese di origine.

    Grazie per il lavoro che stai facendo anche con questo blog che fornisce tante informazioni utili.

    Pubblicato da abdoulayebah | 30 settembre 2013, 00:09
    • Grazie per la stima caro amico!!!
      Il saggio non l’ho scritto io purtroppo ma ho voluto condividere questo lavoro che mi ha colpita non solo perché mette in risalto l’importanza del mediatore culturale in un contesto delicato quale quello della salute, ma anche per i risultati ottenuti dall’iniziativa quali, ad esempio, il contributo positivo che possono portare i migranti nella società di accoglienza.
      Sulla tua descrizione del ruolo nei servizi primari non posso aggiungere altro, tranne un Grazie per saper descrivere così bene l’essenza di questa figura professionale

      Pubblicato da Italiena | 3 ottobre 2013, 00:33

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L’archivio di questo blog

Italiena su Twitter

Inserisci la tua e-mail per ricevere gratuitamente gli aggiornamenti su ItAliena

Segui assieme ad altri 937 follower

Visita ItAliena su facebook

Sei il lettore numero:

  • 207,637 da Aprile 2012