//
Stai leggendo ...
Approfondimenti, Mediazione Transculturale

Il mediatore interculturale: cosa fa e come si diventa?

Il Mediatore Interculturale è una figura professionale che svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti.

Quali compiti ha e con chi collabora il mediatore interculturale?
Tale figura ha il compito di rimuovere le barriere culturali e linguistiche, promuovendo sul territorio una cultura di accoglienza e integrazione socio-economica. Informa gli immigrati su aspetti relativi ai diritti e doveri vigenti in Italia, in particolare nell’accesso e nella fruizione dei servizi pubblici e privati.
Il Mediatore interculturale, inoltre, collabora con organismi ed istituzioni, pubblici e privati, nel processo di adeguamento delle prestazioni offerte all’utenza immigrata ed opera in tutte le situazioni di difficoltà comunicative e/o di comprensione tra persone di culture diverse. Il più delle volte a svolgere questa professione è l’immigrato stesso.

Come si diventa mediatore interculturale?
Si può diventare mediatore interculturale attraverso diverse strade. Esistono dei relativi ai corsi finalizzati ad acquisire competenze in questo ambito professionale:
1. Si può conseguire la “Qualifica di “Mediatore interculturale”, sempre meglio che il corso sia regionale e possono partecipare persone giovani-adulte che non hanno un diploma di scuola superiore e non in possesso di conoscenze e competenze nel campo, le quali mediante il corso possono iniziare ad a operare in questo settore professionale.
2. Esistono, inoltre, corsi di approfondimento per coloro che hanno acquisito già una certa competenza attraverso un percorso di formazione professionale precedente e mediante un’ esperienza professionale acquisita nel settore. Ai partecipanti devono essere riconosciuti i relativi crediti formativi, per far sì che il corso abbia validità.
3. La qualifica in mediatore interculturale può essere conseguita anche attraverso corsi regionali della durata di almeno 450 ore. Si tratta di corsi finalizzati alla professionalizzazione di giovani ed adulti in possesso di diploma di scuola media superiore di secondo grado o livello culturale equivalente. Tali corsi in genere devono prevedere una quota di ore di tirocinio che può oscillare dal 35% al 50% del monte ore complessivo.
4. Si può conseguire anche una specializzazione regionale, in questo caso durata del corso deve essere di almeno 200 ore. La specializzazione è riservata a coloro che hanno già acquisito la qualifica di mediatore interculturale o un’esperienza professionale specifica nella mediazione interculturale; tale corso è finalizzato a fornire le competenze specialistiche necessarie per svolgere la funzione di mediazione interculturale presso istituzioni e organismi, sia pubblici che privati. Il percorso formativo prevede una articolazione di moduli disciplinari per settori, secondo gli ambiti di impegno del mediatore interculturale, tra cui possono essere individuati: settore sanitario, settore socio-educativo-culturale, sicurezza, pubblica amministrazione e imprenditorialità.

Quali competenze bisogna possedere?
Sarà necessario sviluppare nel corso della propria formazione professionale tecniche di base della comunicazione e gestione dei colloqui. Possedere conoscenze di base in psicologia del sè e psicologia relazionale; elementi culturali antropologici; conoscenza approfondita della lingua italiana parlata e scritta; tecniche di comunicazione verbale e non verbale. Infine, sarà indispensabile sviluppare competenze sulle dinamiche storiche dei processi migratori; sulle caratteristiche della presenza di immigrati nel territorio di riferimento e tecniche di progettazione di interventi.

Dopo aver conseguito il corso, come orientarsi per entrare nel mondo del lavoro?
Una modalità può essere quella di iscriversi negli elenchi provinciali, ad esempio ad Alessandria, nella provincia di Asti, In Valle D’Aosta ecc, esistono degli elenchi per eventuali incarichi professionali. Collegarsi con i siti della propria provincia o siti di lavoro per visionare le eventuali offerte , può offrire diverse possibilità.

Daniela Casciaro su Bianco Lavoro

Annunci

Informazioni su Italiena

Mediatrice transculturale di origine camerunese, vive a Roma dal 1992. Studi universitari in Sociologia, è anche consulente e formatrice su tematiche legate all'Intercultura.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L’archivio di questo blog

Italiena su Twitter

Inserisci la tua e-mail per ricevere gratuitamente gli aggiornamenti su ItAliena

Segui assieme ad altri 934 follower

Sei il lettore numero:

  • 219,106 da Aprile 2012