//
Stai leggendo ...
Approfondimenti, Migrazioni, Società e Politica

Censimento della popolazione: nel 2011 l’Italia ha perso circa 800mila stranieri residenti

 

L’Istat ha presentato i dati preliminari del 15° censimento della popolazione che fotografa la situazione del paese ad Ottobre 2011. Significativi i dati riguardanti gli stranieri: sono quasi 4 milioni quelli residenti in Italia. In dieci anni la loro presenza è triplicata, contribuendo in maniera significativa all’incremento della popolazione totale censita. Nel 2001 anno del precedente censimento, gli stranieri residenti nel nostro paese erano poco più 1 milione e 300mila. Nel 2011 sono 3 milioni e 770mila, e la loro incidenza sul totale della popolazione è passata da 23,4 stranieri a 63,4 ogni mille censiti.

Uno dei dati più interessanti emerso dal rapporto provvisorio Istat sul censimento della popolazione, e che sembra essere finora sfuggito all’analisi di molti esperti e giornalisti, è che rispetto al Gennaio 2011 si sono “persi” circa 800mila stranieri residenti.

Il Dossier Statistico Immigrazione 2011 (ironia della sorte era stato presentato dalla Caritas nel mese di Ottobre proprio durante il censimento) calcolava che “al 31 Dicembre 2010 gli stranieri residenti in Italia erano 4.570.317 per un incidenza del 7,5% sulla popolazione”. Dai dati ISTAT presentati lo scorso 27 Aprile, si rileva invece che a 8 mesi di distanza gli stranieri censiti sono risultati essere 3 .770.000 per un incidenza del 6,3% sul totale della popolazione residente.

Tra l’altro proprio una ricerca Istat di Settembre 2011, preliminare al censimento ed intitolata “La popolazione straniera residente in Italia” stimava che gli stranieri iscritti all’ anagrafe ammontavano a 4 milioni e 570 mila., cui andavano aggiunti i 397 mila regolari ma non residenti (fonte Caritas/Migrantes) cioè quelli muniti solo di un visto per motivi di lavoro, famiglia, studio. Totale: 4 milioni 968 mila. Una differenza di circa un milione rispetto ai dati sui migranti appena censiti!

Una domanda sorge spontanea: che fine hanno fatto i circa 800 mila stranieri residenti che non vengono rilevati dal censimento?  Sicuramente non abitano più nell’alloggio in cui risiedevano ad inizio 2011.  Certo è che praticamente tutti gli stranieri presenti in Italia hanno risposto ai questionari: l’informazione e sensibilizzazione nei loro confronti è stata massiccia,  le guide alla compilazione sono state tradotte in 19 lingue, diversi comuni hanno assunto temporaneamente dei rilevatori di origine straniera per superare le difficoltà linguistiche e favorire la compilazione dei questionari, sono state coinvolte le associazioni e gli enti attivi presso le comunità straniere per favorirne la partecipazione alla rilevazione. Infine le conseguenze per i migranti che non compilavano il questionario del censimento Istat erano particolarmente rilevanti, a partire dalla cancellazione dall’anagrafe che metteva così a rischio l’accesso a diritti importanti e soprattutto l’ottenimento della cittadinanza italiana, oltre alla sanzione amministrativa.

Dove sono dunque questi 800mila stranieri residenti che sono mancati all’appello del censimento? I dati Istat sono ancora provvisori ma l’impressione è che la maggior parte se n’è andata, un esodo dovuto alla crisi economica insomma. Rimane anche forte il dubbio che nel 2011, colpa la crisi, molti cittadini stranieri siano diventati irregolari, cioè avevano un titolo di soggiorno scaduto e non erano in possesso dei requisiti per il rinnovo: al migrante rimasto disoccupato spetta un permesso di soggiorno per soli 6 mesi, non rinnovabile a meno di assunzione con regolare contratto di lavoro entro la scadenza del documento.

ISTAT- Sintesi dei primi risultati sul Censimento 2011 della popolazione straniera

Copyright © 2012 ItAliena – Tutti i diritti riservati.

Advertisements

Informazioni su Italiena

Mediatrice transculturale di origine camerunese, vive a Roma dal 1992. Studi universitari in Sociologia, è anche consulente e formatrice su tematiche legate all'Intercultura.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

L’archivio di questo blog

Italiena su Twitter

Inserisci la tua e-mail per ricevere gratuitamente gli aggiornamenti su ItAliena

Segui assieme ad altri 935 follower

Visita ItAliena su facebook

Sei il lettore numero:

  • 212,618 da Aprile 2012